Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Come i Santi diventano un tutt’uno con Nostro Signore mediante l’identificazione della loro volontà con la volontà di Dio, così coloro che si amano coniugalmente diventano “due in una carne sola”

Qualsiasi amore brama l’unità: ciò è evidente nel matrimonio, dove si ha l’unità di due esseri in una sola carne. Quando una persona ama qualcosa la vede come il compimento di un desiderio e cerca d’incorporarla a sé, si tratti del vino o della scienza delle stelle. Nell’amicizia l’altra persona è amata come un altro se stesso, ossia come l’altra metà della propria anima. Il soggetto amante cerca di procurarle gli stessi favori che vorrebbe procurare a se stesso, e di intensificare in tal modo il vincolo di unione tra lui e la persona amata. L’amore, sia esso amore di saggezza, amore coniugale o amore d’amicizia, è sempre un principio unificatore sia per l’amante che per l’amato.

Dato che l’amore crea l’unità, abbiamo spiegato come alcune anime eroiche siano disposte ad assumersi le sofferenze e i peccati degli altri. Una madre affettuosa di fronte al dolore fisico del suo bambino vorrebbe poterlo assumere lei, al fine di liberarne il suo piccolo. Lei sente il dolore come suo, poiché il suo amore l’ha resa una sola cosa con il suo bambino. Proprio come l’amore di fronte al dolore si assume il dolore in quanto s’identifica con l’essere amato, così l’amore di fronte al male si assume i peccati degli altri in quanto s’identifica con l’essere amato.

Questo amore animato dal sacrificio raggiunse la sua più alta espressione nell’Orto del Getsemani, dove Cristo si identificò a tal punto con i peccatori che cominciò a sudare gocce di sangue. Raggiunse la più alta manifestazione fisica sul Calvario, quando Gesù offrì la sua vita per coloro che amava. Ma prima del Getsemani e del Calvario, la legge secondo cui l’amore tende a unificare quelli che si amano aveva prodotto l’incarnazione, mediante la quale Dio, che amava l’uomo, si fece uomo per salvare l’uomo dai suoi peccati. Come i Santi diventano un tutt’uno con Nostro Signore mediante l’identificazione della loro volontà con la volontà di Dio, così coloro che si amano coniugalmente diventano “due in una carne sola”.

(Fulton J. Sheen, da “Tre per sposarsi”)

Pubblicità

Autore: Amici di Fulton Sheen

amicidifultonsheen@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: