Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

LE CAUSE RELIGIOSE E FILOSOFICHE DELLA CRISI DEL PENSIERO MODERNO: “L’intento di queste pagine è di ragionare su come sia possibile mettere a morte il Neo-Paganesimo” Da Verità e Menzogne di Fulton Sheen

QUI SOTTO POTETE LEGGERE UN PEZZO DEL PRIMO CAPITOLO DEL NUOVO LIBRO DI FULTON SHEEN APPENA PUBBLICATO “VERITÀ E MENZOGNE: UNA CRITICA PROFETICA DEL PENSIERO MODERNO”.

  • IL DECLINO DELLA CONTROVERSIA

Le cause di tale decadenza dell’arte della controversia sono duplici: religiose e filosofiche. La religione dell’uomo moderno ha enunciato un grande dogma fondamentale che sta alla base di ogni altro, vale a dire che la religione deve sbarazzarsi dei suoi dogmi. I credo e le confessioni di fede non sono più di moda; i nuovi leader religiosi si sono accordati per non essere in disaccordo e quelle convinzioni, per le quali alcuni dei nostri antenati sarebbero morti, si sono disciolte in un Umanesimo senza spina dorsale. Come altri Pilati, hanno voltato le spalle all’unicità della verità e hanno spalancato le braccia a tutti gli umori e le fantasie che impone il mondo. Posso immaginare che un Calvinista osservante, il quale ritenga che l’espressione «vai all’inferno» sia pregna di un tremendo senso dogmatico, arrivi ad un violento scontro intellettuale con un Metodista altrettanto osservante, il quale ritiene che si tratti semplicemente di una frase volgare, ma non riesco ad immaginare una possibilità di dibattito nel caso che entrambi, a somiglianza dei nostri Modernisti, decidano di mandare al diavolo l’inferno, per la ragione che non credono più nell’uno e neppure nell’altro.

La seconda causa è filosofica e si fonda sulla speciale corrente di pensiero americana detta «pragmatismo», il cui scopo è di provare l’inutilità di ogni prova. Il tedesco Hegel rese razionale l’errore, l’americano James ha reso irrazionale la verità. Da ciò nasce una preoccupante indifferenza nei confronti della verità, e la tendenza a considerare vero l’utile, e falso ciò che esula dal campo pratico. Colui che si lascia convincere dalle prove viene considerato bigotto, e colui che trascura ogni prova, né si occupa di ricercare la verità, viene giudicato di mente aperta e tollerante. È forse la Chiesa Cattolica, più di tutte le altre forme di cristianesimo, a notare la decadenza nell’arte della controversia. Mai come ora, lungo la sua storia, essa si è sentita altrettanto impoverita per la mancanza di una solida opposizione intellettuale. Oggi non esistono nemici degni della sua spada e se attualmente la Chiesa non offre alcun grande pensatore, o alcuna somma di pensiero, è perché non viene sfidata e quindi indotta a farlo. Il progresso in tutti i campi, anche nel pensiero, nasce da una sfida. Per due ragioni la Chiesa ama il dibattito: perché i conflitti intellettuali sono fruttuosi, e perché essa ama grandemente la ragione. Fu attraverso la controversia che venne edificata l’immane struttura della Chiesa Cattolica. (…)

La Chiesa ama la controversia, non soltanto perché ne trae un incitamento all’attività dello spirito, ma anche per amore della controversia in sé. Si accusa la Chiesa di essere nemica della ragione: al contrario, è la sola al mondo che abbia fiducia nella forza di questa. Col far uso della ragione al Concilio Vaticano I, essa si pronunciò ufficialmente in favore di un sano Razionalismo e dichiarò contro la falsa umiltà degli Agnostici, e la fede sentimentale dei Fideisti, che la sola ragione può giungere a conoscere qualcosa in più della realtà, e che partendo dai fenomeni puramente sensibili, può risalire sino al mistero delle «fortezze eterne», per scoprire il Senza Tempo al di là del tempo e il Senza Spazio al di là dello spazio, cioè Dio: l’Alfa e l’Omega di tutte le cose. La Chiesa chiede ai suoi figli di pensare con intensità e con chiarezza. Poi chiede loro di fare un doppio uso dei loro pensieri: in primo luogo li invita ad esteriorizzarli nel mondo concreto dell’economia, del governo, del commercio e dell’istruzione, per produrre, con tale opera di concretizzazione del pensiero bello e chiaro, una civiltà chiara e bella. La qualità di ogni civiltà dipende dalla natura dei pensieri di cui i suoi migliori pensatori l’arricchiscono. Se i pensieri esternati sulla stampa, nel parlamento o dalle tribune pubbliche saranno meschini, la civiltà stessa assumerà una natura ugualmente meschina, con la rapidità attraverso cui il camaleonte assume il colore dell’ambiente. Ma se i pensieri, che si traducono in parole, saranno alti e nobili, la civiltà, come un crogiuolo, si colmerà dell’oro delle cose degne. (…)

D’altro canto, la Chiesa combatte l’errore di pensiero, perché un pensiero cattivo, libero di girare per il mondo, è più pericoloso di un pazzo criminale. Ogni fatica ha una vita breve, ma i pensieri durano a lungo. Quando la società scopre che è troppo tardi per mandare alla sedia elettrica un pensiero, condanna a morte l’uomo che ne è colpevole. Vi fu un tempo in cui i Cristiani, per salvare la società, mettevano al rogo il pensiero e, dopo tutto, si potrebbe dire qualcosa in favore di tale pratica: l’uccisione di un solo pensiero cattivo può voler dire la salvezza di diecimila pensatori. Ben sapevano questo gli imperatori romani, i quali uccidevano i Cristiani non perché volevano i loro cuori, ma perché volevano le loro teste, o meglio, i loro cervelli; quei cervelli che stavano pensando a come distruggere il Paganesimo. L’intento di queste pagine è appunto di ragionare su come sia possibile mettere a morte il Neo-Paganesimo.

P.S. IL LIBRO È STATO APPENA PUBBLICATO! Vi invitiamo a leggere l’anteprima del libro cliccando sul link qui sotto e, se siete interessati, a comprarlo direttamente sul sito della casa editrice Mimep per aiutare maggiormente le suore nel loro preziosissimo lavoro di apostolato: 👇

Verità e menzogne

Pubblicità

Autore: Amici di Fulton Sheen

amicidifultonsheen@gmail.com

1 commento su “LE CAUSE RELIGIOSE E FILOSOFICHE DELLA CRISI DEL PENSIERO MODERNO: “L’intento di queste pagine è di ragionare su come sia possibile mettere a morte il Neo-Paganesimo” Da Verità e Menzogne di Fulton Sheen”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: